Premio Europa per il Teatro Premio Europa per il Teatro Premio Europa per il Teatro Premio Europa per il Teatro
II Edizione - Storia
La seconda edizione del Premio Europa per il Teatro ha un'importanza particolare, non soltanto perché premia e ospita uno dei più grandi maestri della scena contemporanea, ma anche perché, con l'assegnazione del premio a Peter Brook, si inaugura una prassi che diverrà una delle caratteristiche peculiari e più apprezzate del Premio Europa: il lavoro di riflessione e di studio intorno a chi riceve il premio si esprime, quell'anno, in tre indimenticabili giornate di incontri, articolate in un memorabile dialogo aperto tra Peter Brook e Grotowski, in un corposo contributo di relazioni e testimonianze, in proiezioni di audiovisivi e in dimostrazioni aperte al pubblico che vedono impegnati, insieme al maestro, alcuni dei suoi attori preferiti .
La documentazione di quelle giornate si trova oggi raccolta nel libro Gli anni di Peter Brook.
A partire da quest'edizione il Premio Europa assume il patrocinio del Consiglio d'Europa e dell' Unesco. Inizia, inoltre, la collaborazione con l'Associazione Internazionale dei Critici di Teatro.